Radio24 | Il Sole 24 ORE
Ora in diretta

Condotto da

Trame3 Boldrini: Verrò in Calabria

“Questa terra diventerà bellissima”. L’augurio di Paolo Borsellino, affidato a Rosaria Schifani, vedova di uno deli agenti morti nella strage di Capaci, è l’auspicio e anche l’ambizione di Trame, il festival dei libri di mafia arrivato alla sua terza edizione.  In un’altra terra, straziata dalla malavita organizzata, che sogna di diventare bellissima, la Calabria. E per il terzo anno di seguito, a Lamezia Terme, la parola di magistrati, giornalisti e scrittori diventa la mano aperta – della società civile – contro le mafie. Come il logo, disegnato da Guido Scarabottolo.  Accanto al popolo di Trame, quest’anno ci sarà anche il presidente della Camera, Laura Boldrini. “Verrò in Calabria”, ha promesso dopo la presentazione a Montecitorio del programma del festival (19-23 giugno). Verrà, perché “le istituzioni devono stare vicino alla parte migliore del Paese”, ha commentato. Tra le mani, la lettera che i volontari di Trame hanno voluto scriverle. Ragazzi che da tre anni corrono da tutte le parti della Calabria e non solo per fare la propria parte, per portare anche la propria gioia e la freschezza dei loro vent’anni, contro i misfatti delle cosche. Perché in questa città, dove “la parola ‘ndrangheta, per molto tempo, non si è né scritta né pronunciata”  – scrivono alla terza carica dello Stato – oggi ospita 100 persone, che sviscerano e raccontano invece le mafie in 60 diversi incontri. E le piazze sono piene fino a notte fonda.

Radio 24 da subito ha creduto in Trame e l’ha abbracciata, come naturale prosecuzione di una vera e propria campagna che da anni stiamo portando avanti per cercare di raccontare la Calabria e portarla fuori “da quel cono d’ombra” che tanto ha favorito la ‘ndrangheta, come molti magistrati hanno denunciato. E ci prepariamo, mi preparo a tornare dagli amici di Lamezia. Vi racconterò qui su Storiacce blog e sul sito di Radio 24, oltre che ovviamente in onda, quanto succede laggiù, nella punta dello Stivale spesso rimosso. E riascolterete poi – come negli anni scorsi- alcuni incontri che modererò dai palchi di Trame all’interno della mia rubrica, “A Ciascuno Il Suo”.

Alle fimmine ribelli, per dirla col titolo del libro di Lirio Abbate, è simbolicamente dedicata quest’edizione. Alle donne di ‘ndrangheta, come Giusy Pesce, che con le sue dichiarazioni ha fatto condannare gran parte della sua famiglia, padrona della piana di Gioia Tauro; e a tutte quelle che subiscono invece le violenze di codici d’onore; alle donne, come i primi cittadini di Monasterace e Rosarno, diventate  sindachesse antimafia imponendo semplicemente il rispetto delle regole; e a quelle, come Alessandra Cerreti, pm di Reggio Calabria che ha portato avanti uno dei processi più importanti e difficili degli ultimi anni. E anche per questo, è stata attaccata, anche perché donna. Proprio come le sindachesse di Monasterace e Rosarno.

E’ un aspetto importante questo, del ruolo delle donne, nella lotta alla ‘ndrangheta e per questo- come sanno gli ascoltatori di “A Ciascuno Il Suo” – è un tema su cui torno spesso. Non per femminismo, no, non mi appartiene, ma perché c’è un fermento profondo che sta cambiando le cose in una terra, troppo a lungo chiusa ad ogni vento nuovo.

Libri, musica, fotografia e istallazioni – insieme ai workshop- riempiranno le giornate di Lamezia. E le notti di questa città calabrese, che si è attaccata a questo festival, nato da un’idea di Tano Grasso, per cambiare il suo volto. E il suo futuro. Quest’anno, alla guida di Trame c’è Gaetano Savatteri, giornalista e scrittore, che prende il posto di Lirio Abbate. “Ci sono le istituzioni che devono stare vicino alla parte migliore della società civile, ma è vero anche il contrario”, notava Gaetano.

Sono tutti amici e so con quanta passione credono in questa sfida.  Loro, insieme a Silvia, a Tommaso, ad Armando, a Maria Immacolata, insieme a tutti i ragazzi di Trame ed insieme all’Associazione degli Editori, che proprio come Radio 24, fin dal primo giorno cammina con loro. Con un’ambizione: “Questa terra diventerà bellissima”

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ultimi commenti

  • dien dan bat dong san thanh hoa 22 dicembre 2014 / ore 17:09

    Link exchange is nothing else except it is simply placing
    the other person’s blog link on your page at suitable
    place and other person will also do similar in favor of you.