Radio24 | Il Sole 24 ORE

Cronaca giudiziaria, sarà ritorno al futuro?

 Sarà come leggere, sapendo già come è andata a finire. Come in “Ritorno al Futuro”

Niente intercettazioni dalla stampa, fino alla fine delle indagini. Neppure il contentino del riassunto. E per chi sgarra, fino a 30 giorni di carcere per il cronista, fino a 450mila euro di multa per l’editore. Così vuole il ddl intercettazioni, votato con la fiducia al Senato.

Nell’era digitale, forse, ci si prepara a lanciare il mercato dei giornali d’annata: quotidiani di oggi, con notizie vecchie di anni. Un ritorno al futuro della cronaca giudiziaria: è come se – solo qualche mese fa, fossero state pubblicate le intercettazioni della stagione delle scalate bancarie. Leggere, sapendo già come è andata a finire.