Radio24 | Il Sole 24 ORE

6 Storiacce per Azzeccacarbugli

 Il Nord Est di Massimo Carlotto, il fango di Firenze di Marco Vichi,, i portici solitari della Bologna di Grazia Verasani, la Milano desolata di Elisabetta Bucciarelli e ancora la città delle Due  Torri- nel trecento di Alfredo Colitto: questo l’itinerario noir della cinquina del Premio Azzeccacarbugli.

Ieri, a Varenna, sul lago di Como- quasi davanti aalla punta laddove partono i due rami – la selezione dei finalisti, tra 56 candidati, a cui ho anch’io contribuito.  Di questi – come degli altri titoli, non finiti nella cinquina ma che ho trovato ugualmente molto validi, vi parlerò a breve. Il vincitore sarà procalamato il primo ottobre.  

Da aggiungere in questo percorso, il Carso di Veit Heinichen – scrittore in lingua tedesca, vincitore, con “La calma del più forte”, della sezione paese straniero.