Radio24 | Il Sole 24 ORE

Sos Craco: crolla il tetto della chiesa nel centro storico lucano

 

Dalla Basilicata 

da Gennaro Grimolizzi

Craco come Pompei? Il sindaco del borgo in provincia di Matera, Giuseppe Lacicerchia, teme questo destino. Le abbondanti piogge degli ultimi giorni hanno causato il crollo del tetto della chiesa madre, in pieno centro storico. “Occorrono – dice il sindaco – interventi mirati. Da oltre un anno ci battiamo per essere ascoltati dalle istituzioni, ma non si muove nulla”. Nel frattempo in paese continuano ad arrivare registi italiani e stranieri (qui Mel Gibson ambientò diverse scene di “The Passion”). L’ultima pellicola girata, “Murder in the Dark”, ha portato circa 100mila euro di investimenti da parte di una produzione indipendente di Los Angeles. A Craco sono giunti 30mila visitatori nel periodo aprile-ottobre, con ricadute positive per alberghi e villaggi turistici di Matera e del Metapontino. “Gli unici attivi nel tutelare il patrimonio storico – prosegue il sindaco- sono il comune e i giovani del posto, che con passione si impegnano come volontari. Vogliamo ricordare a tutti che non siamo una comunità usa e getta”. Craco ha ottenuto il riconoscimento del World monuments fund come sito da proteggere.
Per il momento nessun cenno da parte di Regione Basilicata ed Azienda di promozione turistica circa gli interventi di tutela da attuare. Altro fronte aperto, per il sindaco Lacicerchia, avere chiarimenti dalla Regione sulle autorizzazioni per le estrazioni di idrocarburi in località “Monte Negro”, in pieno territorio “crachese”. La compagnia britannica “Celtique Energie Petroleum Lmt” è intenzionata ad estrarre oro nero.

Condividi questo post