Radio24 | Il Sole 24 ORE

Pompei, nuovo crollo. ecco il registro sequestrato e le foto

Un altro pezzo di Pompei che se ne va. Il nuovo crollo e’ stato alla domus del Moralista.
Aveva avuto cedimenti gia’ agli inizi del mese, come vi abbiamo raccontato, sfogliando quel registro dei custodi degli scavi, che ora e’ stato messo sotto sequestro.

Qui su Storiacce blog, la pagina con la segnalazione di quel crollo- subito prima della scomparsa della Schola Armaturarum.
E qui anche le foto dell’ ultima ferita di Pompei (sul blog trovate anche un’ampia galleria, dopo la trasferta a Pompei, tra crolli, degrado e abbandoni).

I custodi misurano ogni giorno la febbre del sito archeologico più grande e importante del mondo. E ogni giorno segnalano la lenta malattia, che lo sta consumando: mancanza di cura.  Così, altri due cedimenti ci sono stati. Subito dopo la casa Moralista. Come a voler mandare un segnale, preciso. Forte.
Pompei reclama attenzione, ripetono i sindacati attivi negli scavi, con i loro rappresentanti, Antonio Pepe (Cisl) e Cerasuolo (Uil). Lo amplifica su facebook, il movimento “Stop killing Pompeii Ruins
Perché non vengono ascoltati? Non ci deve essere allarmismo, è l’ invito del ministro dei Beni Culturali, Sandro Bondi. Ma Pompei è in pericolo “all’80%”, denunciano dall’Osservatorio dei beni culturali. E ogni pioggia non può cancellare un pezzo di storia.

Segnalazione del crollo del muro di contenimento del terrapieno nel Vicolo di Efigenia alle spalle della scuola Armatorum

Condividi questo post