Radio24 | Il Sole 24 ORE

Un servizio pubblico chiamato informazione

Considero il giornale un servizio pubblico. Come i trasporti pubblici e l’acquedotto. Non manderò nelle vostre case acqua inquinata”.

Enzo Biagi.

E’ un passaggio del primo editoriale da direttore de IL Resto del Carlino di Enzo Biagi. Oggi il Fatto lo ha ripubblicato, in grassetto. Dovrebbe essere una di quelle regole auree da appendere in ogni redazione. Come principio fondante del nostro mestiere e anche come strepitoso modello stilistico di chiarezza e sintesi. Biagi era maestro in questo. Fu forse la prima intervista importante della mia carriera. All’epoca avevo 23 anni e avevo appena cominciato la scuola di Giornalismo. Lo chiamai, per una riflessione sulla sua Bologna e la sua vita culturale. La limpidità dei suoi pensieri si rifletteva nella chiarezza delle sue parole: chirurgiche. Perfette. Quando l’anno successivo fui assunta a Radio24, mi trasferii a Milano e cominciai a fare – davvero- questo mestiere, ho conosciuto e intervistato di nuovo Biagi. Ma quella chiacchierata al telefono di tanto tempo fa mi lasciò una fascinazione, mai scolorita. Non a caso. Queste due frasi rilette oggi sono uno dei manifesti più belli del giornalismo.

Condividi questo post