Radio24 | Il Sole 24 ORE

Talpe istituzionali

C’è chi informa i clan delle microspie, chi li avvisa dei prossimi arresti e chi li copre. Visto che con le auto dei boss ci va pure in vacanza. Sono le Talpe istituzionali. E appartengono a quel famigerato “terzo livello” che arriva fino alla politica e rende le cosche così potenti.

Salvatore Cuffaro è stato il primo senatore tuttora in carica- ad andare in carcere per mafia, condannato per favoreggiamento aggravato per le informazioni sulle microspie arrivate fino al boss di Brancaccio Guttadauro. Anch altri ex onorevoli, però, da Inzerillo a Occhipinti, stanno scontando analoghe pene. Come l’ex numero tre del Sisde, Bruno Contrada.

Informazioni: rivelazioni sulle inchieste. Ecco cosa cercano, a tutte le latitudini, i boss, che anche grazie a queste soffiate prolungano latitanze, depistano, aumentano poteri. Informazioni, carpite negli stessi uffici giudiziari con microspie, corvi e talpe varie. Dalle stanze di Falcone a quelle di Borsellino fino all ufficio di Gratteri, la storia dell’antimafia è piena di cimici, bonifiche e collaboratori infedeli. Notizie più che sensibili erano quelle che Giovanni Zumbo- informatore del Sismi- aveva spifferato al clan Pelle, prima del maxiblitz della scorsa estate contro la ndrangheta. E solo a dicembre è stato arrestato un capitano dei carabinieri proprio dell’Antimafia calabrese: riceveva regali, in cambio di una sorta di “immunità- scrissero i magistrati- che garantiva ai Lo Giudice”. E’ questa la rete di appoggi che rinnova la forza delle mafie e rende più difficile la vita di chi le combatte

Condividi questo post