Radio24 | Il Sole 24 ORE

L’invito di Pignatone: “Lombardia, reagisci alla ‘ndrangheta”

Paolo Borsellino lo ripeteva spesso: “purchè se ne parli”.  Giuseppe Pigantone me lo ricordò una delle prima volte che lo intervistai. Cosa Nostra prima, la ‘ndrangheta poi coi silenzi cresce e di silenzi si nutre. E anche per questo, giornalisti e scrittori che raccontano affari, trame, rapporti dei boss, che accendono una luce su ciò che si vorrebbe lasciare oscuro, danno fastidio. Tanto quanto un’inchiesta della magistratura, che porta agli arresti. Per questo, insieme alle bombe per le toghe, le cosche calabresi hanno seminato minacce e attentati anche ai cronisti – soprattutto del posto- che infrangevano la regola aurea del silenzio. Ora- grazie ad una serie di indagini molto grosse e dopo anche alcuni episodi eclatanti, come le bombe o il bazooka per lo stesso procuratore, “la ‘ndrangheta è uscita dal suo cono d’ombra”. Ed  è proprio in questo in momento che a tutti è data la possibilità di “reagire”. Soprattutto laddove è più facile, come in Lombardia. E’ un invito alla “reazione della società civile” la lettera del procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, pubblicata oggi dal Corriere della Sera. Un invito rivolto soprattutto alla Lombardia, dove le “la ndrangheta cresce”- come numerose inchieste ormai attestano in modo plateale, facendo cadere ogni possibile velo “del non sapevo”. E per questo, proprio in questa terra, “colonizzata sì” dalle cosche, ma piena anche di molti anticorpi, è possibile uno scatto e una rivolta contro il diffondersi del cancro. Le indagini della magistratura portano in carcere i boss, ma non cambiano il modo di pensare della gente, di cui si alimentano le mafie. Per questo, delle conseguenze delle mfie è necessario parlare, per questo sull’ombra lunga delle mafie ci si deve confrontare. Per capire quanto arrivi sulla vita di chiunque. E solo allora, forse, ciascuno può fare la sua parte. Su questi temi, Storiacce è tornata tante volte (in archivio le puntate sulla ndrangheta in calabria, al Nord o nel mondo). E altrettante ne farà ancora, con inchieste, interviste e racconti. Per questo, oggi mi fa piacere condividere con i lettori di Storiacce-blog, la lettera di  Pignatone  :

leggetela e fatemi sapere cosa pensate. La Lombardia sta reagendo? Buona lettura. E buona riflessione.

Condividi questo post