Radio24 | Il Sole 24 ORE

Rubygate, la “Sodoma” di Coen e Colonnello

Alla fine, non è “soltanto” una questione giudiziaria. Ma anche –  anzi per molti soprattutto  – una questione di modelli, di ambizioni e di strade per raggiungerle. Una questione di donne, ragazze o ragazzine, di uomini e di potenti. E forse proprio questo è il lato B del Rubygate, ovvero il processo che sta arroventando lo scontro politico. Il processo che ha richiamato al Palazzo di Giustizia di Milano decine di testate straniere. Il caso che ha portato nelle piazze migliaia di donne, nelle ultime settimane. In quest’ottica, diventa così anche “un manuale dell’escortismo”- e in un certo senso dei nostri tempi –  Sodoma, il libro di Leonardo Coen e Paolo Colonnello- ovvero “le 120 giornate, che hanno distrutto Berlusconi”, come recita il sottotitolo. Un po’ forte, no? “E’ riferito all’immagine del presidente del Consiglio e a come è vista in giro per il mondo”, spiega Paolo, collega della Stampa, rimandando all’ultimo capitolo del saggio, appena edito da Dalai editore: il capitolo proprio sull’immagine. E di immagini, oggi, difronte ai marmi del Piacentini ne sono state girate tante, dalle tv di ogni parte del mondo, che hanno chiesto, raccontanto, intervistato. Anche Paolo Colonnello, per farsi “sintetizzare” le migliaia di atti dell’inchiesta, ripercorsa e raccontata nel libro, Sodoma. “Che al contrario del titolo- forte”- scherza- “affronta anche la questione della concussione e racconta forse un aspetto dei rapporti del potere e di certi comportamenti di alcune ragazzine”.

Nel giorno dell’apertura del processo Ruby, in Storiacce-blog l’audio della chiacchierata con Paolo Colonnello (cliccare qui per ascoltare). Avrà dovuto spiegare in inglese cos’è il bunga bunga?! Scaricate e lo scoprirete…

Condividi questo post