Radio24 | Il Sole 24 ORE

La Calabria premia il suo Cervello in Movimento

La Calabria si rimette in movimento con le energie rinnovabili. E nei suoi cervelli, cerca il riscatto. Si chiama  Marco Castriota ed ha presentato il progetto di una pellicola fotoelettrica flessibile il vincitore del premio organizzato da Bridges to Italy, per sostenere le buone idee nate in una terra che non sempre le coltiva.

E l’ idea di questo giovane scienziato punta a sfruttare il sole della sua bella terra, con una tecnologia che permetterà – con un controllo wi-fi a distanza- di catturare luce e sole per case e uffici, con un risparmio energetico del 30%.  Dopo aver ottenuto dal Ministero della Ricerca un finanziamento di 750mila euro, il gruppo di Castriota (una squadra di quattro persone) il prossimo 14 ottobre riceverà anche questo premio all’Istituto di Cultura di Los Angeles per il loro progetto Smartlayercal.

Al secondo posto, si è classificato Manuel Sanchez Blaco, col progetto Sintenergy e al terzo Roberto Polillo, col suo Tucano. “Interessanti, originali ed alto potenziale” la onlus Bridges to Italy ha definito tutte le idee che sono state sottoposte alla Giuria. E in questi aggettivi ci possono essere i semi migliori del riscatto di un’area, che invece la mavita vuole soffocare e inaridire. A guidare la Giuria internazionale, Sandra Savaglio, un’astrofisica di fama mondiale, calabrese, divenuta simbolo dei Cervelli in Movimento, ma anche di quelli lasciati andare da un’Italia che non è riuscita a trattenerli e stimolarli. I lettori di Storiacce blog conoscono bene Sandra, che ci ha raccontato la sua storia e la sua Italia nella settimana della Primavera Calabrese, su Radio 24.  Ed è un’amica che vi farà incontrare ancora.

Condividi questo post