Radio24 | Il Sole 24 ORE

E Longo lascia 20 euro al suonatore

Fino a pochi minuti prima, aveva intonato “Bella Ciao” con la sua fisarmonica. Poi, quando ha visto gli avvocati del premier sfilargli davanti, sul marciapiede dell’ingresso principale del Palazzo di Giustizia, ha cambiato musica. E ha chiesto notizie di Silvio Berlusconi, conquistando l’attenzione di Nicolò Ghedini e Piero Longo. Quest’ultimo — sfilato il fermasoldi — ha lasciato 20 euro nel cappello del suonatore-senza- casa. Che a quel punto chiede loro “di portargli un giorno il premier in visita. Io sono amico di tutti, solo dei magistrati, no”, dice, scambiando complici sorrisi con i due legali, che a quel punto sfilano via.
“Ho svoltato la giornata”, ride dietro la sua barba – tirando fuori poi vecchi ritagli di giornali, a sostegno del suo risentimento verso la Giustizia italiana.

Condividi questo post