Radio24 | Il Sole 24 ORE

Amanda, “gatta” di Halloween nell’anniversario della morte di Meredith

Meredith era un vampiro dalle labbra rosse. Amanda ora è una gatta, coi baffi arricciati e furbetti. Meredith sorrideva, in quella festa di Halloween, dove fu fotografata per l’ultima volta, da viva. Amanda – 4 anni dopo – e dopo essere stata in carcere con l’accusa di aver ucciso la sua ex coinquilina – non rinuncia a travestirsi, per la prima notte delle streghe, che trascorre da libera.
Cappellino nero, baffi e pizzetto arricciati, porta in mano cibi vari Amanda Knox, mentre viene fotografata per le strade di Seattale. E’ il quarto anninversario dalla morte di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa a Perugia, e lei Amanda, che per quel delitto è stata prima condannata, poi assolta tra grandi polemiche, va ad una festa di Halloween. Un comportamento “insensibile”, secondo il padre della vittima, John Kercher, che non nasconde come “immagini come queste  non aiutino di certo, in momenti così difficili”.  Ma la bella Amanda è lontana da tutto ciò, lontana sia dalla villetta di Perugia, dove il corpo di Meredith fu trovato in un lago di sangue, sia dal dolore della sua famiglia in Gran Bretagna. Lei – dopo la scarcerazione – ha messo subito l’Oceano tra sé e quell’Halloween di 4 anni fa, in cui fu uccisa la studentessa che davanti alla Corte lei più volte ha chiamato “sua amica”. Non per questo, però,  nell’ anniversario del delitto Amanda rinuncia a travestirsi. Ma non sorride, nelle foto. Forse- comunque- in questa notte di fantasmi, il ricordo di Meredith la accompagna.

Meredith era un vampiro dalle labbra rosse. Amanda ora è una gatta, coi baffi arricciati e furbetti. Meredith sorrideva…in quella festa di Halloween,…dove fu fotografata per l’ultima volta, da viva. Amanda – 4 anni dopo – e dopo essere stata in carcere con l’accusa di aver ucciso la sua ex coinquilina – non rinuncia a travestirsi, per la prima notte delle streghe che trascorre da libera.Cappellino nero, baffi e pizzetto arricciati, porta in mano cibi vari Amanda Knox,…mentre viene fotografata per le strade di Seattale. E’ il quarto anninversario dalla morte di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa a Perugia, e lei- Amanda, che per quel delitto è stata prima condannata, poi assolta tra grandi polemiche, va ad una festa di Halloween. Un comportamento “insensibile”, secondo il padre della vittima — che non nasconde come “immagini come queste  “non aiutino di certo, in momenti così difficili”. Ma la bella Amanda è lontana da tutto ciò, lontana sia dala villetta di Perugia dove il corpo di Meredith fu trovato in un lago di sangue, sia dal dolore della sua famiglia in Gran Bretagna. Lei – dopo la scarcerazione – ha messo subito l’Oceano tra sé e quell’Halloween di 4 anni fa, in cui fu uccisa la studentessa che davanti alla Corte lei più volte ha chiamato sua amica. Non per questo, nperò, ell’ anniversario del delitto, Amanda rinuncia a travestirsi. Ma non sorride, nelle foto. Forse- comunque- in questa notte di fantasmi, il ricordo di Meredith la accompagna.