Radio24 | Il Sole 24 ORE

I furbetti dell’Europa

Si imbroglia pure sugli aiuti ai paesi poveri. E talvolta anche sui beni confiscati per mafia. Non mancano, anzi crescono le truffe nel sostegno alla ricerca — come per la formazione. Ma è soprattutto nell’agricoltura e nel lavoro che le frodi all’Europa proliferano.  Dalla Lombardia alla Sicilia, cambiano metodi e settori, ma l’Unione resta per molti furbetti ancora una mucca da mungere anche in modo illecito – come ricostruisce un’inchiesta di “A Ciascuno il Suo”. Domani alle 8.30 – una nuova puntata, con dati, storie e inchieste da tutt’Italia. E da Bruxelles.
E in fondo, andando indietro nella notte dei tempi, la stessa Europa è nata da un imbroglio: la chiusura di questa settimana della rubrica è proprio col mito di Europa, ripercorso per noi da Giorgio Ieranò, professore di Greco all’Università di Trento e autore di “Olympos- Vizi, amori e avventure degli antichi dei”, edito da Sonzogno. Ma ne parlerò ancora, molto presto.