Radio24 | Il Sole 24 ORE

Fai, gli anarchici con la pistola in pugno

KN03, nitrato di potassio: Ha il nome di un acido la rivista di area anarchica su cui Alfredo Cospito inneggiava all’azione. Violenta. Per questo è già sott’accusa a Perugia per associazione con finalità di terrorismo, 270 bis. Ed è lui l’ideologo del salto di qualità della Federazione Anarchica Informale– secondo gli investigatori. E’ lui che dai proclami è passato alle armi: Impugnate il 7 maggio contro Roberto Adinolfi, amministratore delegato dell’Ansaldo Energia, gambizzato a Genova. E le avrebbero usate ancora, come loro stessi avevano già annunciato.
Alfredo Cospito, 46 anni e un lungo curriculum noto alla Digos di Torino, è stato arrestato, insieme a Nicola Gai, 44 anni, altro torinese, mentre cercavano di lasciare l’Italia. Si vedono bene le loro sagome sui filmati di una telecamera di sicurezza, mentre lasciavano lo scooter usato nell’azione contro il manager, finito nel mirino per le sue posizionui nucleariste. E gli esami antropometrici della Cineca di Bologna hanno confermato l’identificazione. Dopo bombe carta, lettere esplosive e azioni dimostrative contro i tralicci, è con due documenti che la Fai decide quel salto di qualità che più volte aveva messo in allarme gli investigatori italiani.”Solo per fortuna, non c’è stato ancora un morto”, denunciava il capo della polizia, Antonio Manganelli. “quattro anni dopo” e “non dico che siamo pochi” sono i due manifesti del dicembre 2006, intorno a cui gli anarchici hanno avviato il dibattito sulla scelta di cambiare strategia di battaglia. E passare alla lotta armata. Non erano e non sono isolati Cospito e Gai: basta scorrere le dichiarazioni di sostegno all’attentato contro Adinolfi per capire come la strada della violenza avesse trovato proseliti. Ma non tutti all’interno della Fai la condividevano.
Ora bisognerà vedere cosa succederà dopo questi arresti. Avevano annunciato, dopo la gambizzazione di Adinolfi, altri attentati: Ora si vedrà la maggioranza degli anarco insurrezionalisti quale strada imboccherà.
Qui il link ad una delle varie puntate di “ACiascunoIlSuo” e Storiacce nella galassia anarchica.

Condividi questo post