Radio24 | Il Sole 24 ORE

Tutti i Batman d’Italia. Napolitano: “dagli scandali, l’antipolitica”

E ora si indaga anche in Sicilia. Dopo il Lazio e la Campania, un’altra Procura, quella di Palermo, va a spulciare le spese di altri gruppi regionali.  Stavolta dell’ Assemblea siciliana, il consiglio col budget più alto d’Italia: 170 milioni. Già in passato, viaggi, cene e casinò – pagati con soldi pubblici – erano stati contestati ad un deputato regionale. E ora gli investigatori vogliono verificare se nei 380 mila euro di spesa del presidente del Assemblea siciliana o se nei 12 milioni trasferiti ai gruppi parlamentari – altro record nazionale – si nascondano altre spese pazze. Diverse dalle pur esose divise dei commessi già a bilancio.

E’ soprattutto nelle Regioni a statuto speciale, che si annidano molti di quegli sprechi che creano- per dirla con la Corte dei Conti- “un buco grande come l’evasione”. Così, in Friuli 430mila euro sono stati utilizzati per la promozione-   via radio- del territorio. E a proposito dei media, a Bologna è dal bottino dei rispettivi gruppi che i consiglieri attingevano, per pagare le comparsate in tv. Da Nord a Sud, le indagini della Corte dei Conti- e talvolta anche penali-  raccontano dunque di un’ Italia dove i Batman non vivono solo in Lazio. E dietro ricevute e consulenze, si nascondono spesso cene lussuose e interessi personali.

Una voragine, da 64 milioni di finanziamento pubblico.

Ps. Quanto ha ragione, il capo dello Stato, Giorgio Napolitano (qui la sua voce) che ha appena definito “vergognosi” questi scandali. Ricordando anche come l’antipolitica nasca proprio da qui.