Radio24 | Il Sole 24 ORE

Nessun Dorma! Una radio dà la sveglia alla Calabria

Nessun Dorma ! ” è un imperativo.  E’ un invito collettivo, che chiama in causa tutti. E’ una celeberrima aria della Turandot e ora anche una radio. Una web radio contro la ‘ndrangheta.

Si accendono a Reggio Calabria le frequenze della prima emittente europea, contro la malavita più potente del mondo. Si accendono, perché “c’e’ tanta necessita’ che l’Italia sappia che la Calabria ne fa parte e viceversa”, commento Federico Cafiero de raho, procuratore capo reggino, passato da una città come Napoli, dove tutto fa notizia, ad un’altra dove tutto invece rischia di restare nell’ombra.

Per questo, è ancora più ambizioso ed importante il progetto che 30 ragazzi cercheranno di portare avanti, alternando trasmissioni di giornalismo d’inchiesta a musica di band locali. Tutto, tranne il silenzio. Il pensiero non puiò non andare alla radio che con la voce di Peppino Impastato scuoteva Cinisi, prendendo in giro i mammasantissima della mafia. E anche Radio 100 passi di Palermo, come la Casa della Mrmoria Peppino e Felicia Impastato, sono partner di quest’idea, voluta soprattutto dall’Osservatorio sulla ndrangheta, che da anni ormai porta avanti un lento e profondo lavoro con i figli più giovani di questa terra lontana. ”E’ un’iniziativa, per costruire modelli alternativi di comportamento, un sistema di fare informazione capace di colpire gli stereotipi culturali di cui la ndrangheta si avvantaggia e riaffezionare i giovani per le questioni sociali”. Sintetizza in queste poche frasi il manifesto di radio “Nessun Dorma!” Claudio La Camera, anima instancabile dell’Osservatorio sulla ndrangheta, che per questo progetto si avvale dei finanziamento dell’Agenzia Nazionale Giovani, nel quadro del Programma Gioventù in Azione.

Nessun Dorma. E la Calabria può davvero svegliarsi da un sonno malavitoso, troppo lungo

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.