Radio24 | Il Sole 24 ORE

Quando gli avvocati bloccano strade e treni

I blocchi stradali, gli scioperi delle fame, le occupazioni e le pressioni non fanno indietreggiare il Guardasigilli: “il taglio dei Tribunali si farà”. E dopo 150 anni, da venerdì 13 settembre cambia la geografia giudiziaria, anche se queste ultime 24ore sono ancora di trattative singole e proteste collettive. Per una riforma “di sicuro costosa, sul fronte del consenso”, ammette nell’aula del Senato il ministro Annamaria Cancellieri. “Un rinvio anche di breve durata produrrebbe con assoluta certezza – scandisce – il caos. Tutto questo a danno dei cittadini”.
Spariscono dunque 30 Tribunali, 227 sezioni, 667 uffici dei giudici di pace. Col trasferimento di 7.300 dipendenti e 2.700 magistrati. Una riforma, che manda in soffitta una mappa delle circoscrizioni, tracciata nell’Italia del post unità, quando i trasporti erano difficili e ogni campanile era davvero un mondo a sé. Una riforma, che invece è “destinata a trasformarsi in un fallimento”, secondo gli avvocati, in prima fila da Pinerolo a Rossano nelle manifestazioni, anche nelle prossime ore. “Perderanno efficienza tutti gli uffici giudiziari del Veneto, con grave danno per l’economia”, attacca il sindaco di Bassano del Grappa, Stefano Cimatti. “Ci saranno conseguenze, in termini di efficienza per tutta la Regione. Venerdì ci sarà una grande manifestazione di piazza, ma io – confessa –  ricevo pressioni, per fare qualche azione più forte”. Cita Rossano, in Calabria, dove agli scioperi della fame si sono affiancati blocchi stradali e ora gira voce di presidi, per evitare ai camion di far traslocare i mobili.
Ma in queste ore tutti confidano ancora in decreti correttivi o almeno proroghe, per  chi (come Nicosia e Mistretta) non è già nell’ elenco degli 8 Tribunali che hanno già avuto due anni in più per smaltire tutto.
Insieme alle ultime trattative, si preparano però già le proteste. Come ammette il sindaco di Nicosia, Sergio Malfitano. “La gente non si farà sflilare il Tribunale, questo è certo. La tensione è altissima”.
Ps Da lunedì e per tutta la settimana nel gr delle 8, vi racconterò la nuova mappa giudiziaria, i problemi, le proteste e i cambiamenti dell’accorpamento degli uffici giudiziari, con un lungo viaggio. Segnalatemi anche i vostri esempi concreti.

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.