Radio24 | Il Sole 24 ORE

Berlusconi, le tappe della decadenza e del’interdizione

Archiviato quello sulla fiducia, ora il voto che si attende è sulla decadenza di Silvio Berlusconi. Prima da parte della Giunta per l’immunità e le elezioni del Senato ; poi dall’aula di Palazzo Madama. In seduta pubblica, venerdì 4 ottobre, l’organo presieduto da Dario Stefàno si pronuncerà sull’ applicazione per l’ex premier, condannato a 4 anni per frode fiscale nel processo sui diritti tv Mediaset, della legge Severino, che stabilisce che non può ricoprire incarichi pubblici chi abbia riportato pene superiori ai 2 anni.

Il Cavaliere non ci sarà, ma in una memoria, ha chiesto la sospensione del giudizio, in attesa della Corte di Strasburgo. Dopo la discussione, la Giunta si riunirà in camera di consiglio, per arrivare ad una decisione da adottare subito o al massimo, stabilisce il regolamento, in 48ore. A quel punto, sarà poi il presidente del Senato, convocati i capigruppo, a fissare in calendario il voto dell’aula sulla decadenza, che dovrebbe essere segreto, ma le discussioni sul punto stanno aumentando. Entro il 15 ottobre poi Berlusconi dovrebbe far sapere in Tribunale a Milano dove scontare la pena di un anno, perché 3 sono coperti da indulto, se ai domiciliari o ai servizi sociali. E’ fissata invece per il 19 l’udienza del nuovo processo d’appello Mediaset, che dovrà rideterminare l’interdizione per il Cavaliere dai pubblici uffici: non più 5 anni, ma da uno a tre, secondo le leggi fiscali,  indicate dalla Cassazione.

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ultimi commenti

  • sms recovery 4 ottobre 2014 / ore 09:39

    Awesome things here. I’m very glad to peer your article.
    Thanks so much and I’m looking ahead to touch
    you. Will you please drop me a mail?