Radio24 | Il Sole 24 ORE

Berlusconi decaduto, ecco cosa gli succede ora

Dopo lo scranno, perderà il titolo da Cavaliere. La possibilità di essere votato e pure parte della sua libertà. E in teoria, per Silvio Berlusconi senza l’ immunità parlamentare, sussiste anche l’ipotesi dell’arresto, bollata dagli avvocati come “irreale”.
In base alla legge Severino, l’ex premier dovrà restare 6 anni fuori dal Parlamento: 24 mesi invece è l’interdizione dai pubblici uffici, decisa dalla Corte d’appello di Milano. Una volta confermata dalla Superma Corte, farà perdere all’ imputato anche il diritto al voto.
Solo nella prossima primaverà sarà definito invece dove e come Berlusconi sconterà i 9 mesi residui della sua condanna a 4 anni per frode fiscale al processo Mediaset. A quel punto, però, anche in caso di affido ai servizi sociali, i confini della sua libertà saranno stabiliti dal magistrato di sorveglianza. Ma è il futuro prossimo a preoccupare il decaduto ex premier. Perché nel caso in cui avesse una seconda condanna, perderebbe i benefici dell’indulto. E la pena da scontare per il processo Mediaset tornerebbe di 4 anni. Entro il 2014 dovrebbe arrivare il verdetto definitivo per il processo Ruby, per concussione e prostituzione minorile, in cui è stato condannato già a 7 anni in primo grado, con interdizione perpetua.
E se l’11 febbraio si apre il processo a Napoli per la compravendita di senatori, Berlusconi rischia accuse anche nella nuova inchiesta a Milano Ruby ter, per presunta corruzione di testimoni.
Un quadro giudiziario difficile, che ora diventa ancora più cupo.

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.