Radio24 | Il Sole 24 ORE

Abu Omar, Consulta: c’è il segreto. Sentenze a rischio per 007

Ora sul caso Abu Omar, tutto ricomincia dalla Cassazione. E di sicuro c’è soprattutto la prescrizione, che scatta ad aprile. Ora che la Consulta ha accolto i ricorsi del Governo sul segreto di Stato e si aprono nuove tappe nei processi agli 007 italiani, accusati del rapimento dell’ex imam di Milano nel 2003.

In sostanza, secondo la Corte Costituzionale non spettava alla Cassazione pronunciarsi sul segreto di Stato che copre la vicenda, come fece invece nel 2012 quando rinviò ai giudici di secondo grado il processo all’ex capo del Sismi, Nicolo Pollari, poi condannato a 10 anni. Due verdetti, quello della Cassazione e della Corte d’appello, contestati dall’Esecutivo nei ricorsi, ora accolti dalla Consulta. E di questo il Palazzaccio dovrà tener conto nella sua nuova pronuncia sul caso Abu Omar attesa per il 24 febbraio. Disporrà un nuovo appello? A quel punto il terzo?

In questo andirivieni di verdetti- sullo sfondo di un’operazione targata Cia – quella che appare sempre più probabile è la prescrizione, che ad aprile piomberà sui processi agli ex vertici dei servizi segreti militari.

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.